+39 035 326800 Via Buonarroti 4, 24020 Gorle (BG)
  • L'installazione
  • Gli interventi di adeguamento e miglioramento
  • L'allacciamento alla rete gas
  • Il collegamento alla rete di teleriscaldamento
  • La contabilizzazione e la ripartizione
  • La conduzione
  • La manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti
  • L'incarico di responsabile dell'impianto
  • La reperibilità
  • Il controllo telematico degli impianti
Caldaie a condensazione
Costituiscono una tecnologia matura che consente di "estrarre" una maggior quantità di calore dal combustibile, attraverso un il raffreddamento dei gas
di scarico fino alla condensazione del vapore (Potere calorifico superiore).
Il risparmio energetico ottenibile si aggira sul 15% quando la caldaia a condensazione è a servizio di un impianto di riscaldamento tradizionale,
raggiunge il 30% se abbinata a sistemi di riscaldamento a bassa temperatura.
Consulta il sito web del nostro Partner "Caldaie ravasio".

Caldaie a tre giri di fumo
In questa soluzione i fumi sono condotti, nel generatore, lungo un percorso che consente un maggior sfruttamento del calore e una qualità
dei gas di scarico migliore, specialmente per quanto attiene il contenuto di NOx.
Consulta il sito web del nostro Partner "Caldaie ravasio".

Valvole termostatiche e contabilizzatori di calore
Sono sistemi che consentono di regolare la temperatura del singolo ambiente agendo direttamente sul corpo scaldante in esso presente.
La regolazione autonoma consente una riduzione dei consumi stimabile nel 10 – 20 % su impianti condominiali.
Lo stesso sistema è associato alla contabilizzazione del consumo di energia da considerare in fase di ripartizione delle spese di riscaldamento
in impianti condominiali.

Teleriscaldamento
Il calore viene prodotto in una centrale, spesso cogenerativa, di elevata potenzialità ed alto rendimento, posta a svariati chilometri di distanza dall'utenza e trasportato in reti interrate opportunamente coibentate.
La caldaia è sostituita da uno scambiatore di calore.
I rendimenti di produzione risultano maggiori rispetto al caso tradizionale.
Sono importanti anche le semplificazioni impiantistiche e gli adempimenti a carico dell'utenza.

Microcogenerazione a gas naturale
E' uno scenario poco più che ipotetico ma con interessanti potenzialità. Consiste nell'installazione di un motore a combustione interna a gas
(ciclo otto, turbina gas) in grado di produrre energia elettrica e calore in combinazioni variabili in funzione dei carichi, elettrici e termici,
richiesti dalle utenze, delle condizioni tariffarie di acquisto e vendita dell'energia.
In sostanza la microcogenerazione consente:
  • di produrre l'energia elettrica richiesta dall'utenza interna e di sfruttarne il calore per la produzione di acqua calda sanitaria
    o per un ciclo frigorifero ad assorbimento;
  • di produrre il calore richiesto dall'utenza interna, suddividendo l'energia elettrica tra carichi interni e carichi esterni.

Pompa di calore
Tecnologia consolidata che impiega energia elettrica o meccanica per il "trasferimento" di calore tra ambienti.
Si abbina alla cogenerazione, di cui impiega l'energia meccanica o elettrica e al fotovoltaico, di cui impiega l'energia elettrica
e può operare sia per il raffrescamento che per il riscaldamento.

Geotermia
La geotermia a bassa entalpia sfrutta il sottosuolo come serbatoio termico da cui si estrae calore durante la stagione invernale
ed a cui si cede calore durante la stagione estiva.
Consente il riscaldamento e il raffrescamento di qualunque edificio.

Solare termico
Tecnologia che consente di sfruttare l'irraggiamento solare per la produzione di acqua calda destinata principalmente ad uso sanitario.

© Figli di Pietro Rodeschini S.p.A. 2013 - Tutti i diritti sono riservati - Registro Imprese, Cod. Fis. e Part. IVA 00209360163 - R.E.A. Bg nr 55051
Capitale sociale € 3.000.000 I.V. - Reg. Naz. Prod. AEE N.IT08100000005574 - Website by Qcom | Privacy